Occhi sulla Luna 2019

Il Dipartimento di Matematica e Fisica dell’Università degli Studi Roma Tre ha proposto una serata pubblica dedicata alla Luna, alla Fisica e alla Matematica, che si è svolta il 7 Giugno presso il Dipartimento, in via della Vasca Navale 84 dalle 19:00 a mezzanotte.

La partecipazione è stata gratuita e non era necessaria alcuna prenotazione: si è potuto partecipare alle conferenze, agli spettacoli e ai laboratori fino ad esaurimento posti presentandosi all’arrivo in accoglienza. Le altre attività erano disponibili a ciclo continuo e hanno garantito quindi la partecipazione di tutti.

Per consultare il programma completo:
http://orientamento.matfis.uniroma3.it/occhisullaluna.php

Durante la serata l’AstroGarden si è vestita di Luna, con la mostra diffusa “LunaGarden“. Realizzata in collaborazione con INAF-IAPS e l’associazione Speak Science, questa installazione multimediale ha fatto percorrere le orme del difficile viaggio dalla Terra alla Luna grazie a un modello in scala del nostro pianeta e della sua luna. Nel LunaGarden i visitatori si sono potuti scattare un selfie dal panorama lunare, seguendo la storia delle missioni Apollo e scoprendo gli aspetti più misteriosi del nostro satellite. Nel LunaGarden sono poi stati ospitati anche giochi interattivi per grandi e piccoli come “Cattura la Luna” e “Un razzo per la Luna”.

Dalle 19:00 alle 22:00 è stato possibile per tutti osservare la Luna ai telescopi del Dipartimento. I bambini potranno inoltre approfondire le esplorazioni spaziali grazie al laboratorio a loro dedicato “Martino sulla Luna”.

Durante la serata, inoltre, studenti e ricercatori hanno guidato il pubblico alla scoperta dell’astronomia, della fisica e della matematica con esperimenti, laboratori, dimostrazioni scientifiche, conferenze e seminari divulgativi. Non sono mancati poi gli spettacoli astronomici del Planetario del Dipartimento, gestito in collaborazione con l’associazione Speak Science.  

I temi affrontati sono stati tanti. Si è potuto esplorare l’Universo e i suoi fenomeni più energetici, scoprire le meraviglie della Relatività, imparare a riconoscere minerali, rocce e meteoriti e interagire con la matematica in modo innovativo e coinvolgente. Si è potuto approfondire il tema della vita extraterrestre, sperimentare la gravità e svelare i misteri della fisica delle particelle anche grazie alla realtà virtuale dell’esperimento BELLE II, che ci ha portato in visita in uno dei più importanti siti di ricerca al mondo.  Molte attività interattive, rivolte anche ai più piccoli, hanno permesso al pubblico di toccare con mano la fisica e di vedere con nuovi “occhi” lo spazio intorno a noi.

Tra gli ospiti della serata, l’INAF-IAPS, in collaborazione con l’Associazione Speak Science, ha presentato “Pianeti In Una Stanza”, un progetto didattico e divulgativo che permette di visualizzare in modo innovativo i pianeti e il cielo stellato tramite un monitor sferico che insegnanti e appassionati possono costruirsi a casa propria.

Occhi sulla Luna è stato organizzato dal Dipartimento di Matematica e Fisica dell’Università Roma Tre in collaborazione con la Sezione INFN di Roma Tre, l’INAF-IAPS, l’Associazione Speak Science, la sezione di Roma-EPS Young Minds, il Piano Laure Scientifiche, l’Associazione Frascati Scienza e la Libreria Efesto.

Occhi sulla Luna è parte degli eventi di lancio della Notte Europea dei Ricercatori 2019 coordinata da Frascati Scienza che si svolgerà il 27 settembre in più di 30 città in Italia. La Notte Europea Dei Ricercatori è un progetto promosso dalla Commissione Europea.

Per maggiori informazioni contatta: fisicaorienta@uniroma3.it